NEWS DAL SETTORE

  • Legge di bilancio, emendamento Damiani (Forza Italia): "Proroga concessioni gioco online al 31 dicembre 2022, apparecchi e scommesse slittano al 2024"
    on 1 Dicembre 2021

    ROMA - Per poter «delineare un quadro economico adeguato ad identificare l'equilibrio finanziario delle concessioni in materia di giochi pubblici dovuta all'emergenza epidemiologica da COVID-19» è necessario prorogare «i termini di scadenza relativi alle concessioni gestite dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli». È quanto prevede un emendamento del senatore Dario Damiani (Forza Italia) alla legge di bilancio. Le concessioni del gioco online «sono prorogate a titolo oneroso fino al 31 dicembre 2022, per consentire ai titolari delle stesse la partecipazione alla gara per l'assegnazione delle nuove concessioni, senza l'interruzione delle raccolta e dei proventi erariali», si legge nella proposta. «Le concessioni in materia di apparecchi da intrattenimento sono prorogate fino al 31 dicembre 2024» e gli oneri concessori «sono determinati calcolando il corrispettivo unitario pagato per i nulla osta di esercizio» delle slot «e l'importo dei diritti novennali» delle Vlt «proporzionato alla durata della proroga posseduti da ciascun concessionario al 31 dicembre 2020». Per le concessioni di raccolta delle scommesse la proroga coprirà fino «al 31 dicembre 2024» e, «nella determinanzione degli importi da corrispondersi per la proroga della concessione, l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli terrà conto delle condizioni di sospensione dell'attività verificatesi nel corso della dell'emergenza epidemiologica COVID-19 e quantificate in 9 mesi». Inoltre, prosegue l'emendamento del senatore Damiani, anche «le concessioni dei Giochi numerici a quota fissa, dei Giochi numerici a totalizzatore nazionale e delle Lotterie ad estrazione istantanea sono prorogate di 36 mesi» e «gli oneri concessori dovuti per la proroga sono calcolati nella misura di quanto originariamente versato al momento dell'aggiudicazione delle concessioni attualmente in essere parametrati alla durata della proroga», anche le concessioni del Bingo «sono prorogate al 31 dicembre 2024» e nel quantificare gli oneri, «l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli terrà conto delle condizioni di sospensione dell'attività verificatesi nel corso dell'emergenza epidemiologica. MSC/Agipro Foto Credits MaxPixel Creative Commons Zero - CC0

  • Legge di bilancio, emendamento Damiani (Forza Italia): "Stop a provvedimenti espulsivi. Mef, Conferenza Stato-Regioni e operatori definiranno la distribuzione dei punti gioco"
    on 1 Dicembre 2021

    ROMA  - «Sono sospesi gli effetti espulsivi e limitativi di tutti i locali autorizzati alla raccolta del gioco adottati con provvedimenti delle Regioni o dei Comuni con facoltà di reinstallazione in esercizio degli apparecchi rimossi a seguito dell'entrata in vigore dei suddetti provvedimenti» e «sono fatti salvi gli effetti di eventuali sentenze passate in giudicato o di provvedimenti di carattere amministrativo o sanzionatorio avverso i quali siano scaduti i termini per l'impugnazione». Lo prevede un emendamento del senatore Dario Damiani (Forza Italia) alla legge di bilancio. «Il numero dei diritti per la commercializzazione dei giochi pubblici presso i punti di vendita ed il numero dei Nulla Osta di esercizio per gli apparecchi da intrattenimento nonché i criteri per la loro distribuzione territoriale sono definiti con decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze, da adottare entro il 31 dicembre 2022, previa intesa con la conferenza Stato Regioni e consultati gli organismi rappresentativi degli operatori economici del settore, assicurando le condizioni di equilibrio economico-finanziario degli operatori e delle relative filiere e la sostenibilità territoriale di tutti i locali autorizzati alla raccolta del gioco». MSC/Agipro Foto Credits Tiberio Barchielli CC BY-NC-SA 2.0

  • Legge di bilancio, emendamento Perosino (Forza Italia): "Proroga concessioni scommesse al 30 novembre 2022, gare entro il 30 giugno"
    on 1 Dicembre 2021

    ROMA - Prorogare le concessioni scommesse fino al 30 novembre 2022 e rinvio della gara per l'attribuzione delle nuove concessioni al 30 giugno 2022, «al fine di adeguare i bandi di gara, prevedendo le più ampie misure preventive e di contrasto dell'infiltrazione mafiosa». È quanto prevede un emendamento del senatore Marco Perosino (Forza Italia) alla legge di bilancio. «Tenuto conto dei giorni di chiusura e di sospensione del gioco avvenuti nel corso del 2020 e del 2021», gli oneri «sono determinati in una quota annuale pari a 160 milioni di euro». Spetterà all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, di concerto con il Ministero dell'Economia, determinare «le modalità applicative degli oneri». Le somme «non sono dovute unicamente per i giorni di chiusura o sospensione del gioco eventualmente disposte da parte delle pubbliche autorità a causa dell'emergenza da Covid-19, e comunque tenendo conto del calo del valore delle concessioni rispetto al 2019 di almeno il 35%» MSC/Agipro Foto Credits Flickr Images Money CC BY 2.0